amore a prima vista (volpini italiani e altro)

21 nov 2019

America Latina, nessuna speranza!



Immagine correlataNon è necessario essere Cassandra per consegnare un infausto destino al continente centro e sudamericano. Le numerose manifestazioni che percorrono questi territori sono telecomandate da poteri neanche tanto oscuri. Questo avviene dalla fine della Seconda Guerra Mondiale quando lo zio Sam ha deciso che il pianeta era “roba sua”. Il continente americano nasce come colonia d’inglesi, portoghesi, spagnoli e qualche francese; conseguita l’indipendenza le varie nazioni formatesi si sono sentite “liberate” dagli europei e così senza rendersene conto sono diventate ostaggi del dio denaro e dei suoi tanti fautori. In questi territori si erano già riversate orde di disgraziati, in mezzo a tanta gente povera ed onesta spesso s’incontravano avventurieri, galeotti, prostitute ed assassini. Certo questi farabutti si trovano in tutte le latitudini ma qui purtroppo la concentrazione è stata molto elevata. Pochi visionari all’inizio volevano fare del Nuovo Mondo una terra promessa, per esempio in Brasile re Giovanni VI del Portogallo fondò la Scuola Reale di Scienze Arti e  Lettere, costituì la Biblioteca Reale regalandole più di sessantamila volumi della sua collezione, l’Orto Botanico, il Banco del Brasile fondato in virtù di un deposito d’oro e dei gioielli della corona che ne garantiva i fondi versati. Questo re decise anche di aprire i porti agli scambi commerciali ed abolendo il monopolio della corona gettò le basi per migliorare l’economia di quelle terre. Ebbene dopo l’indipendenza del Brasile manovrata dai nordamericani e da gruppi massonici sparsi in alcuni paesi europeri, cosi come avvenuto in altri paesi centro e sud americani, tutti quei territori sono caduti in mano agli speculatori, agli estrattori di materie prime, a bipedi abituati alle conquiste subitanee con un’assenza totale di visione del futuro. Questi vogliono tutto e subito, d’altra parte molta gente è diventata straricca trovando oro, diamanti o estraendo legname e minerali vari. Non esiste il domani, la Storia è considerata obsoleta e sbeffeggiata, e da sempre si dà pochissima importanza all’istruzione e alla cultura. Anche i ricchi vivono alla giornata godendosi quanto hanno ma senza guardarsi intorno dove, oltre alle periferie inumane, troviamo pessime e carissime scuole, strade orribili, mezzi di trasporto antiquati e cartelli di proprietari di linee aeree e di autobus che impongono prezzi smisurati. I benestanti vivono chiusi in condomini vigilati da uomini armati, circondati da fili elettrici e da sistemi di allarme e di certo non camminano per le strade, preferendo molte volte utilizzare mezzi aerei per evitare di fermarsi ai semafori ed essere assaltati. Entrano ed escono governi di destra o sinistra tuttavia in queste latitudini pari sono, nessuno ha programmi seri dato che sono telecomandati da interessi esterni che corrompono da decenni queste nazioni attraverso politici ed amministratori interessati al profitto personale. Nel tempo le popolazioni da nord a sud sono cresciute a dismisura, sono formate da esseri ignoranti, manovrabili, per la maggior parte con grossi problemi di alcool e droga,  e questo è trasversale colpendo ricchi o poveri che per vivere in questa selva umana si fanno coraggio con questi palliativi. Quindi per favore evitiamo di sentire le parole vuote di un papa eretico e scevro di sapienza, di politici di sinistra che farneticano senza vedere quanto hanno prodotto i vari Lula, Morales, Maduro, famiglia Castro, Kirchner o di quelli di destra che sperano d’essere governati da dittatori come Pinochet e molti altri. Il problema parte da migliaia di chilometri da qui, i responsabili sono capaci di sconvolgere la vita di milioni di burattini e continuano ad ingrandire le loro ricchezze incuranti dei danni creati.